Lettera di Presentazione per Architetto – Come Scriverla

Scrivere una buona lettera di presentazione è diventato un presupposto essenziale per avere buone ciance di ottenere un posto di lavoro. Soprattutto per le candidature per posizioni professionali medio-alte, la lettera di presentazione è quasi un obbligo, come nel caso di un architetto.

Per prima cosa, la lettera va indirizzata alla specifica azienda, o ancora meglio, alla specifica persona che sappiamo si occuperà dello screening dei CV. Solo nel caso in cui non conosciamo il nome dell’azienda per cui ci stiamo candidando, annuncio anonimo, e quello del selezionatore, possiamo impostare un’apertura generica, altrimenti è assolutamente consigliabile indirizzare la lettera a chi di dovere, in modo da non dare sin dall’esordio l’impressione di avere impostato una lettera uguale per tutte le candidature.

Un architetto dovrebbe indicare il percorso universitario e eventualmente professionale già svolto, senza dilungarsi, ma concentrando in 10-15 righe le informazioni salienti e che forniscano la migliore caratterizzazione del nostro essere.

Bisogna inserire nella lettera tutte le caratteristiche richieste per la posizione e indicate nell’annuncio; qualora si tratti di autocandidatura spontanea o nell’annuncio non siano state fornite indicazioni sulle qualità desiderate, è evidente che un architetto debba, in ogni caso, godere di spirito d’inventiva, artistico, capacità di osservazione, analisi dei bisogni del cliente, etc.

Indicare preferibilmente anche eventuali esperienze extra scolastiche e fuori dall’ambito lavorativo, come viaggi-studio, vacanze all’estero, etc., perché sono sempre molto gradite da chi legge. Infine, chiudere con una formula di questo tipo Confidando in una Vostra risposta positiva,

Cordialità,

Nome Cognome.

Qui di seguito un esempio di lettera di presentazione per architetto

Alla Cortese Attenzione

dello Studio Marelli e Associati,

desidero sottoporre alla Vostra attenzione il mio CV e portfolio per una candidatura ad un eventuale collaborazione o stage. Ho da poco conseguito la Laurea Magistrale in Architettura, indirizzo Progettazione dell’architettura sostenibile presso il Politecnico di Torino con la votazione di 110/110.

Grazie anche agli studi intrapresi, possiedo una forte passione per le tematiche relative alla sostenibilità ambientale e un interesse piuttosto forte per la coniugazione dell’attenzione agli aspetti del risparmio energetico e quelli della bioarchitettura e relativa selezione dei materiali naturali, riciclati e atossici, ma tenendo presente anche l’aspetto non meno importante della componente estetica.

Ho solide conoscenze delle qualità e delle prestazioni dei materiali edilizi e ho acquisito una solida abilità nell’affrontare le diverse scale del progetto, dal dettaglio costruttivo all’edificio e al quartiere.

Sono molto incline al lavoro di gruppo, ma notevolmente in grado anche di operare in assoluta autonomia. Spero di avere la possibilità di consolidare le mie conoscenze, grazie all’opportunità da Voi offerta presso il Vostro studio.

In attesa di una gentile risposta,

Cordialità,

Dott.ssa Maria Rossi.

Scrivere una lettera di presentazione è quindi semplice.